Zenisator
Collaborazioni e creazioni siti Web

21 September 2019

Hosting da cui partire…
 
 

Contenuti

 

La scelta dell’Host, è fondamentale. Il Webmaster, può creare un sito formalmente e sostanzialmente perfetto, ma se questo viene caricato su un Host scadente, la qualità del sito si… disperde. Se il server è troppo lento, questo danneggerà il sito (anche se in partenza si è creato un sito spedito e ottimizzato); se il server dà spesso un errore 500, questo danneggerà il sito in termini di reputazione: i navigatori e Google rileveranno che qualcosa non funziona, e che questo, accade spesso. Il Webmaster, in questi casi, può fare ben poco, se non segnalare la problematica all’Host. Ed è il gestore dell’Host, che deve risolvere. Se non risolve, l’unica soluzione è cambiare Host.

 

Un elemento fondamentale per una valida ottimizzazione SEO, è la speditezza nell’apertura delle pagine di un sito, a partire della Home. Un sito che si apre lentamente, a causa di un numero abnorme (e comunque inutile) di script, applet Java, ecc. disturba il navigatore, che disturbato, facilmente cambierà sito… Google osserverà questo… cambio repentino… che se reiterato sistematicamente nel tempo… potrà avere delle conseguenze. Molti script appariscenti, sofisticati, catturano la fantasia dei meno smaliziati; ma appesantendo il sito, alla lunga, producono più svantaggi che vantaggi… un sito spedito, se ha contenuti originali e ricercati, è potenzialmente un sito vincente. Bisogna capire, che ormai, i motori di ricerca, tendono ad emulare il comportamento umano. Per cui, come la persona si infastidisce se deve aspettare l’apertura di una pagina, allo stesso modo, lo spider, viene programmato per dare un punto in meno, alla pagina che si apre lentamente. Pagine e script particolari, si potranno utilizzare, certamente. Ma bisogna avere l’accortezza di non caricare tutto sulla Home.

 

Con i più recenti orientamenti SEO del 2011, la creazione di contenuti (articoli, testi) originali, è fondamentale. Un sito di qualità, deve avere necessariamente contenuti originali. Bisogna quindi evitare contenuti duplicati, siano essi interni che esterni. Sono interni, quelli contenuti nel medesimo sito, se ad esempio si pubblica due o più volte un articolo avente il medesimo testo; sono esterni, quando si copia testo da altri siti. Naturalmente la copia è ammessa, citando la fonte, e purché non sia una cosa sistematica. Google Panda, il nuovo algoritmo di Google, vuole solo premiare i siti aventi contenuti originali, a scapito dei siti che contenuti originali non hanno. Tra gli altri requisiti, da segnalare la correttezza, intesa sia in riferimento all’ortografia e alla grammatica, sia in riferimento alla chiarezza, un giusto concetto di sintesi (l’articolo non deve essere né troppo breve, né troppo lungo, ma sinteticamente esaustivo). Tutto questo contribuisce a rendere nel tempo, un sito credibile e autorevole sul Web.